Da Campo Imperatore al rifugio Duca degli Abruzzi

rifugio duca degli abruzzi

Il rifugio Duca degli Abruzzi, inaugurato nel 1908 sulla cresta della Portella, è il secondo per età del Gran Sasso, e offre un magnifico panorama verso il Corno Grande, Campo Pericoli, il Pizzo Cefalone e Campo Imperatore. Verso sud, oltre la conca aquilana, si alza il massiccio del Velino.
Ecco l’itinerario tratto dalla guida Sentieri nel Parco Nazionale Gran Sasso-Laga di Stefano Ardito.

Il breve itinerario su un sentiero a tornanti che sale dall’Albergo di Campo Imperatore al rifugio è uno dei più frequentati dell’Appennino. Chi non è abituato a camminare lo troverà più lungo di quel che può sembrare prima della partenza. Raccomandiamo di restare sul sentiero principale, le scorciatoie causano un rapido degrado del terreno.

Dislivello 290 m
Tempo di salita 0.45 ore
Tempo di discesa 0.30 ore
Difficoltà T
Segnaletica bianco-rossa 100
Periodo consigliato da giugno a novembre

Accesso

L’Albergo di Campo Imperatore (2130 m, E381551-N4700122) si raggiunge in auto o in funivia da Fonte Cerreto, o con percorsi più lunghi da Santo Stefano di Sessanio, Castel del Monte o Farindola.

Itinerario

Si segue il viottolo che passa accanto al Giardino Botanico e all’Osservatorio e prosegue verso il ben visibile rifugio. Al primo bivio si lascia a destra il sentiero per la Sella di Monte Aquila e il Corno Grande e si continua a tornanti (segnavia 100) per un pendio sassoso abbastanza ripido. Delle svolte e un tratto in obliquo verso sinistra portano direttamente allo storico rifugio Duca degli Abruzzi (2388 m, E380994-N4700737). Proseguendo verso sinistra sulla cresta si raggiunge la larga vetta del Monte Portella (2405 m), dove sorgono lo storico rifugio Duca degli Abruzzi e, dall’estate del 2012, una piccola stazione meteo. La discesa per lo stesso itinerario richiede 0.30 ore fino all’albergo.

La guida

Questo è solo uno dei 120 itinerari della guida Sentieri nel Parco Nazionale Gran Sasso-Laga

sentieri-gran-sasso-laga