Lo zaino da trekking: cosa portare e come prepararlo

zaino da trekking

Zaino da trekking: cosa devo portare? Cosa è davvero indispensabile per l’escursione? Come devo distribuire il carico? Ecco i nostri consigli.

Lo zaino da trekking deve essere comodo e robusto, possibilmente con schienale traspirante e di dimensioni adeguate al carico che si trasporta. Per escursioni di medio impegno e della durata massima di una giornata uno zaino da 30-35 litri è l’ideale. La cintura in vita deve esser ben stretta per permettere di scaricare il peso del fardello sul bacino. Il cinturino sul petto stabilizza gli spallacci e presenta talvolta il complemento di un fischietto d’emergenza.

Cosa portare nello zaino

  • il cibo (alimenti facilmente digeribili, gustosi e che non comportano un gran numero di involucri da smaltire)
  • le bevande (almeno 1 litro, si consiglia di utilizzare la borraccia di ferro in quanto resistente agli urti e al caldo qualora vi si inserissero bevande bollenti)
  • i vestiti di ricambio (calze e maglietta)
  • giacca impermeabile o guscio
  • coprizaino
  • bussola e mappa topografica
  • lampada frontale
  • kit di pronto soccorso
  • crema solare
  • occhiali da sole
  • coltellino
  • copricapo e guanti
  • fischietto

Ricordarsi di portare sempre un documento e qualche soldo qualora il tempo avverso renda necessaria una notte non preventivata in una struttura custodita. È utile avere con sé alcuni sacchetti di plastica per inserirvi i vestiti sporchi, la spazzatura, tenere asciutti e isolati in caso di pioggia forte gli indumenti di ricambio e il cibo.

Nel caso la gita tocchi o attraversi ghiacciai e/o nevai si rendono necessari corda, piccozza e ramponi: è opportuno scegliere modelli efficienti e robusti piuttosto che portare con sé attrezzatura ultraleggera (es. piccozza da gara di scialpinismo) o a buon mercato, che nel momento del bisogno si rivela inefficace.
Infine, se si prevede un pernottamento in rifugio/bivacco servono il sacco lenzuolo o il sacco a pelo.

Come preparare lo zaino

Per preparare correttamente lo zaino è importante che gli oggetti pesanti, affinché non sbilancino, siano inseriti in posizione centrale, quelli leggeri più esterni, badando però a tenere in alto, in modo che sia immediatamente accessibile, ciò che è di utilizzo più immediato o frequente.

Testo tratto dalla guida A piedi in Lombardia

escursioni lombardia