Sulla Majella fantastici itinerari di scialpinismo con la guida di Luca Mazzoleni

scialpinismo in Majella

Nella guida Scialpinismo in Appennino centrale. La montagna incantata Luca Mazzoleni descrive ben 28 itinerari che si sviluppano nel territorio del Parco della Majella.

Dal Monte Amaro al Pescofalcone, dal Monte Rapina al Porrone, dal Monte Morrone al Monte Rotella, è ricchissimo il ventaglio di proposte che presentano difficoltà, dislivelli e sviluppi adatti per tutti i livelli e preparazione fisica.Grandi dislivelli, ampie valli, profonde gole, susseguirsi di ripidi canaloni, lunghissime aeree creste: queste sono le caratteristiche di questo imponente massiccio, cuore del grande Parco Nazionale che ne prende il nome. La Maiella vista dal Gran Sasso, dal Velino o dai monti della Marsica, appare come un enorme allungato crinale, solcato da numerosi canaloni ripidi e poco incisi, magnifici da sciare: le Rave del Ferro, della Vespa e della Giumenta Bianca sono ormai gite ben conosciute e frequentatissime anche da scialpinisti d’oltralpe.

Poi ci sono le lunghe, bellissime traversate: da est a ovest per canali e valloni; da nord a sud lungo interminabili e panoramicissime creste. Splendide e straordinarie gite, impegnative e di grande soddisfazione, tanto sciistica quanto estetica. Scrivendo queste note, appena tornato dalla grandiosa traversata da Passo San Leonardo a Fara San Martino, corro il rischio di apparire eccessivo ed enfatico nel decantare bellezze e soddisfazioni della Maiella, ma a confermare tanto entusiasmo sono proprio le emozioni e le immagini che ancora fresche mi scorrono nella mente. Tutto il territorio è tutelato dall’istituzione del Parco Nazionale della Maiella, che ringrazio per la disponibilità e la lungimiranza nel patrocinare questo mio lavoro.

tracce-verso-il-Pescofalcone

I rifugi e bivacchi presenti nella zona sono: Rifugio Manzini (Val Cannella), Rifugio Pomilio alla Maielletta, Bivacco Fusco (Vallone delle Murelle), Rifugio Barrasso (Prato della Corte, Monte Rapina), Bivacco Cesare Mario Pelino (Monte Amaro).

Buon divertimento!