Scialpinismo sui Monti Ernici: Monte del Passeggio 2064 m

Scialpinismo sui Monti Ernici

L’itinerario di Luca Mazzoleni descrive che sale al Monte del Passeggio per la Valle di Femmina Morta nella guida Scialpinismo in Appennino Centrale.

Scialpinismo sui Monti Ernici con una gita invernale dall’impegno tecnico decisamente modesto: a una comoda e lunga valle boscosa fanno seguito aperti pendii innevati. Facile e simpatica, bella la vista dalla cima. Da programmare quando la neve sia scesa abbastanza di quota da innevare bene la zona di Prato di Campoli.

Località di partenza strada Veroli-Prato di Campoli 1079 m
Dislivello 1050 m
Tempo di salita ore 3,30
Difficoltà Medio Sciatore
Esposizione sud/ovest
Cartografia Monti Ernici, CAI Civitella Roveto

Accesso

Dalla SS 214 Frosinone-Sora si seguono le indicazioni per Veroli e di seguito per Prato di Campoli. Oltre il rifugetto del comune di Veroli presso la Fontana di Campoli, a 2 km dal Prato omonimo, si nota una slarghetto da cui diparte sulla sinistra una strada sterrata (sbarra).

Salita

Si percorre la strada che sale dolcemente la Valle di San Giovanni, tagliandone un tornante a quota 1235 m su a destra nel fosso boscoso, fin sulla sella, in località poco poeticamente denominata Cacata del Lupo 1302 m. Ora la sterrata si abbassa sul fondo della Valle di Femmina Morta e la risale tranquilla tra i faggi. Quando a 1480 m la pista si fa meno evidente e il fosso si stringe, si segue una traccia che sale tenendosi sul lato destro della valletta, fino a uscire dal bosco a 1600 m circa. Ora si prosegue oltre due primitivi ricoveri di pastori tra morbide gobbe e piccoli fossi, sul lato destro della grande conca tra i Monti Brecciaro e del Passeggio. Continuando verso nord/est si risale l’ampio pendio e, dopo un lieve aumento di pendenza, ecco l’ometto con croce sulla cima di Monte del Passeggio 2064 m (ore 3,30).

Discesa

Lungo la traccia di salita, scendendo dalla cima c’è di che sbizzarrirsi giù per il versante che non presenta vie obbligate fino al bosco. Dalla cima è anche molto invitante il valloncello tra il Monte del Passeggio e il Monte Fragara che scende a sud/est verso il Fosso della Fragara e poi Prato di Campoli, ricollegandosi alla via di salita dal Prato stesso al Pizzo Deta. Per chi amasse i giri ad anello è questa una possibilità da considerare.

La guida

L’itinerario proposto è tratto dalla guida Scialpinismo in Appennino Centrale di Luca Mazzoleni.

scialpinismo-in-appennino-centrale-mazzoleni