In arrivo la guida con le escursioni più belle della Liguria

escursioni liguria

Escursionismo tra mare e monti, in Liguria si può! In uscita la guida I 50 sentieri più belli della Liguria per andare alla scoperta delle aree protette, dei borghi, delle coste e delle vette di una terra dai mille volti.

La Liguria, terra di montagne e di mare, regala straordinarie suggestioni agli appassionati dei sentieri. Soprattutto per chi arriva da nord, e cioè dalla Lombardia e dal Piemonte, la costa e i rilievi che si allungano da Ventimiglia fino alla foce del Magra offrono un richiamo straordinario. Qui, al contrario che sul freddo versante padano, si può camminare anche in pieno inverno. Gran parte del territorio della Liguria è montuoso, e molti dei sentieri più belli della regione hanno come meta una vetta, da cui lo sguardo può spaziare sull’azzurro. I massicci della Liguria, nonostante la quota modesta, hanno visto nascere da oltre un secolo i loro primi rifugi. Anche la segnaletica ha origini antiche. Accanto ai sentieri di Portofino, come delle Cinque Terre, sono stati apposti i primi segnavia di bassa quota mai realizzati in Italia.

A tutelare la natura della Liguria è un sistema di aree protette che include il Parco nazionale delle Cinque Terre, i Parchi regionali dell’Antola, dell’Aveto, di Montemarcello-Magra, di Porto Venere, di Portofino, e le aree marine protette delle Cinque Terre e di Portofino. Nel vastissimo Santuario Internazionale per i Mammiferi Marini, che si estende fino alle coste francesi, vivono, e si lasciano osservare, delfini, capodogli e balene.

Benché molti degli itinerari descritti in questa guida siano alla portata della gran parte degli escursionisti, alcuni percorsi di montagna richiedono un maggiore impegno fisico e di fare attenzione alle condizioni del terreno. Alcuni itinerari delle Alpi Liguri e dell’Appennino Ligure, e anche della costa (è il caso di Portofino), si svolgono su terreno ripido e roccioso, e richiedono un’esperienza adeguata. I rari tratti attrezzati con corde metalliche vanno percorsi con l’attrezzatura da ferrata. Anche se possibile a molti, l’escursionismo richiede un po’ di preparazione fisica e psicologica. Chi pratica uno sport “di resistenza” come il jogging o lo sci da fondo non avrà alcun problema per iniziare. I non giovanissimi che conducono una vita sedentaria devono invece avvicinarsi ai sentieri con qualche precauzione, iniziando dalle gite più brevi e sottoponendosi eventualmente a una visita medica prima di mettersi in cammino. Il caldo, il freddo, un improvviso cambiamento del tempo possono creare qualche problema anche durante la passeggiata più breve. La disponibilità ad affrontare ritardi, imprevisti e situazioni scomode è essenziale per chi si avvicina ai sentieri.

Ecco la guida I 50 sentieri più belli della Liguria

guida-50-sentieri-più-belli-della-liguria