Escursioni sotto la pioggia: cinque consigli molto pratici

La speranza è sempre che non capiti. Ma cosa bisogna fare se durante un’escursione comincia a piovere? Ecco un piccolo vademecum.

 

  • Dove mettete i piedi. Fate particolare attenzione alle radici, soprattutto quelle che tagliano trasversalmente i sentieri, così come ad alcuni tipi di roccia calcarea e alle argille.
  • Il k-way sì, ma…Non dimenticate che il cappuccio limita significativamente la vostra visibilità e il vostro udito, rallentando i riflessi. Fate molta attenzione.
  • Le scarpe. La pioggia può allentare i lacci degli scarponi: di tanto in tanto fermatevi a controllare le vostre calzature.
  • Se vi bagnate? Assicuratevi di mantenere sempre asciutto un cambio intero o il sacco a pelo, se lo avete portato. Infilate in sacchetti di plastica ben chiusi quanto deve rimanere assolutamente asciutto. Se avete esaurito i cambi, infilate anche i panni bagnati in una busta di plastica, chiusa ermeticamente. Infilandola nel sacco a pelo in cui dormirete, questa procedura farà sì che i vostri panni bagnati al mattino risulteranno quantomeno intiepiditi.
  • Si può camminare con i vestiti bagnati addosso? Se non vi fermate, non dovreste ammalarvi. Ma difficilmente eviterete un raffreddore!