Skip to main content

Tutto il fascino della neve con la nuova guida Le 50 ciaspolate più belle d’Abruzzo

Tutto il fascino della neve con la nuova guida Le 50 ciaspolate più belle d’Abruzzo
17 Ottobre 2016

In uscita a metà novembre la nuovissima guida dedicata agli appassionati della montagna invernale: Le 50 ciaspolate più belle d’Abruzzo di Stefano Ardito e Angelo Monti raccontate con tanta passione ed entusiasmo dai due autori.

Camminare d’inverno con le ciaspole fra le montagne abruzzesi significa immergersi in un mondo candido e ovattato, fatto di silenzi profondi e incantevoli vedute. Significa riscoprire passo dopo passo quel contatto intenso con la natura di cui l’uomo ha da sempre un innato bisogno, ma che raramente riesce ad appagare.
Le ciaspole sono un’invenzione del lontano passato, riscoperta e aggiornata in anni recenti, che sembra avere un futuro assicurato. Leggere e robuste, possono essere usate da tutti, con ogni tipo di neve. Ma questa facilità d’uso non deve indurre a imprudenze. La conoscenza del terreno di gioco e la stabilità dei pendii innevati sono fattori determinanti per muoversi in sicurezza sul terreno invernale e, come tutte le cose, si imparano con l’esperienza e il tempo.
Le motivazioni di un’escursione invernale con le ciaspole sono principalmente la ricerca di un ambiente innevato, intatto e severo in cui vivere a stretto contatto con le grandi forze della natura (il sole, il vento, le nuvole, il gelo), entrare nel silenzio della solitudine, e assaporare così una dimensione interiore più matura e completa. Mettere alla prova le proprie capacità tecniche e psicologiche, sperimentando a fondo l’avventura.

guida-ciaspole-la-meta-dal-piano-dei-biscurri

Ma c’è soprattutto il desiderio di salire in quota, di elevarsi al di sopra della quotidianità, di spaziare con lo sguardo verso orizzonti infiniti, di sondare con gli occhi e con la mente quelle meraviglie del Creato, che è impossibile intravvedere vivendo immersi in una realtà metropolitana.
C’è in ultimo la ricerca di una felicità che derivi non dalla competizione ma dalla contemplazione. Tutto questo si può trovare fra le montagne dell’Appennino abruzzese che nei secoli hanno affascinato eremiti, pastori, studiosi della natura. E, in ultimo, escursionisti e alpinisti.
È proprio d’inverno, quando le bianche e silenziose vette emergono dalle dense nebbie adagiate sulle pianure, che si creano visioni magiche, inaspettate, ai confini dell’immaginario, spettacoli che suscitano un intenso richiamo. È il momento di mettere le ciaspole ai piedi e di addentrarsi nei boschi che brillano con luccichii di gemme sfolgoranti, andando alla scoperta dell’anima dell’Appennino.

itinerario-ciaspole-monte-porrara

 

Testo e foto di Angelo Monti

La guida

itinerari ciaspolate Abruzzo