Dalla Malga Venegia alla Baita Segantini e alla Capanna Cervino

escursione sulle pale di san Martino

Questa facile escursione sulle Pale di San Martino è tra le più amate e frequentate della zona. Alberto Campanile descrive l’itinerario nella guida Sentieri e Rifugi del Gusto. I sapori delle Dolomiti e delle Valli Trentine.

L’escursione sulle Pale di San Martino che proponiamo oggi, oltre agli splendidi panorami sulle pareti e sulle guglie delle Pale di San Martino, la Val Venegia, e in particolare il Campigol di Vezzana, sorprende per la straordinaria ricchezza floristica. Gli appassionati di botanica hanno modo di ammirare le splendide e molteplici fioriture alpine tra le quali spicca la rara Genzianella di Carinzia oltre alle specie endemiche della Primula tirolese e della Campanula morettiana. In tutto nella zona sono state censite oltre 500 specie botaniche.

Scheda tecnica itinerario

Punto di partenza Malga Venegia (1778 m)
Punto di arrivo Capanna Cervino (2082 m)
Tempo 1.45 ore andata, 1.20 ore ritorno
Dislivello 400 m in salita, 90 m in discesa
Difficoltà T
Periodo consigliato da giugno a ottobre
Segnaletica cartelli e 710A
Cartografia Tabacco foglio 022 Pale di San Martino

Accesso

La Malga Venegia si raggiunge agevolmente a piedi dal parcheggio sulla strada del Passo Valles, in località Pian dei Casoni (0.20 ore, T, adatto anche a bambini).

escursione sulle pale di san Martino
Le specialità offerte da Malga Venegia

Itinerario

Dalla Malga Venegia (1778 m) si imbocca l’ampia carrareccia parallela allo spumeggiante torrente Travignolo. Si cammina pressoché in piano mentre davanti si apre il meraviglioso scenario delle Pale di San Martino, con il Cimone della Pala che svetta sulla destra. Si continua sempre in piano fino alla Malga Venegiota (1824 m, 0.20 ore, prodotti tipici, tel 0462.576044).
Per una frequentata strada sterrata si sale a Campigol della Vezzana dove, sulla sinistra, si stacca il sentiero 710 per il Rifugio Volpi al Mulaz che si ignora. Si prosegue verso destra superando ben undici tornanti, in parte evitabili seguendo le tracce nei prati, fino all’idilliaca Baita Segantini (2170 m, 1.10 ore), adagiata all’ombra del Cimon della Pala, dalla quale si gode uno dei più bei panorami sulle Pale.
Da qui, risalito il vicino Passo Costazza (2174 m), si scende per comoda strada bianca alla Capanna Cervino (2082 m, 0.15 ore, servizio d’alberghetto, cucina tradizionale, tel. 0439.769095 o 340.0747643, www.capannacervino.it).
Si torna a Malga Venegia per lo stesso itinerario (1.20 ore).

La guida

Ecco la nuova guida Sentieri e Rifugi del Gusto. I sapori delle Dolomiti e delle Valli Trentine con con 24 itinerari a piedi con descrizione, mappa e bellissime foto e tanti approfondimenti e curiosità

rifugi del gusto dolomiti