Escursione dal Colle San Carlo al Lago d’Arpy

escursioni lago d'arpy

Un itinerario da non perdere è quello che dal Colle della Croce raggiunge il Lago d’Arpy. La bellezza dei luoghi e il panorama straordinario affascinano in tutte le stagioni. Ecco come lo introducono gli autori Stefano Ardito e Cesare Re nella guida I 50 sentieri più belli della Valle d’Aosta.

La conca che ospita il suggestivo Lago d’Arpy è una delle più spettacolari della regione, con vista sulla catena del Monte Bianco, che appare dal Dente del Gigante sino alle Grandes Jorasses. Spostandosi leggermente sul versante orografico destro della valletta, salendo di quota per pochi minuti sulla pietraia, appare anche il resto del gruppo, con la cima del Monte Bianco ben in evidenza, affiancata a sinistra dalla nevosa ed elegante Aiguille de Trélatête. Sul versante opposto, verso monte, le forme rocciose del Mont Charvel, della Becca Poignetta e del Mont Colmet contrastano con i ghiacci del Monte Bianco.

L’itinerario

La classica escursione che raggiunge il Lago d’Arpy è molto semplice e anche molto frequentata, consigliata anche nella stagione autunnale, quando i colori dei larici si specchiano mutando l’impatto visivo delle acque. Bello anche il periodo del disgelo, maggio o giugno, a seconda della quantità di neve invernale e della temperatura, quando le rive del lago sono colorate da molte specie di fiori. Decisamente più solitaria e tranquilla è la prosecuzione della camminata verso il Monte della Croce, uno splendido balcone panoramico sull’intero versante italiano del Monte Bianco e sulla conca di La Thuile. Su questo crinale, numerose costruzioni militari in abbandono ricordano la guerra combattuta nel 1940 tra l’Italia fascista e la Francia.

Un’alternativa molto interessante al Monte della Croce, è la prosecuzione, dal Lago d’Arpy, verso il sovrastante Lago di Pietra Rossa (2553 m), in ambiente più solitario, ai piedi del Mont Colmet e con vista ancor più completa sul Monte Bianco. Questo itinerario è segnato con il numero 4 ed è indicato con cartelli gialli e ometti. Alcuni tratti richiedono un minimo di fermezza di piede. Attenzione in caso di terreno umido e scivoloso.

Dettagli itinerario

Quote da 1950 a 2478 m
Dislivello 520 m
Tempo complessivo 1.45 ore in salita, 1.15 ore in discesa
Difficoltà T fino al lago, E più avanti
Segnaletica 15, 17
Periodo consigliato da giugno a ottobre
Punti di appoggio Hotel Genzianella al Colle San Carlo, sempre aperto, tel. 0165.841689
Cartografia carta IGC 1:25.000 n.107 Monte Bianco,…; carta L’Escursionista 1:25.000 n. 2 La Thuile

La guida

La descrizione dettagliata dell’itinerario completa di mappa e foto è pubblicata nella nuova guida I 50 sentieri più belli della Valle d’Aosta