La Grande Balconata del Cervino: un trekking imperdibile!

grande balconata del cervino 

L’estate si avvicina.. è ora di pensare a una vacanza rigenerante zaino in spalla. Oggi vi proponiamo un trekking straordinario: la Grande Balconata del Cervino.

Il trekking della Grande Balconata del Cervino è descritto nella nuova guida I TREKKING più belli della VALLE D’AOSTA di Annalisa Porporato e Franco Voglino.

Il Cervino, con il suo caratteristico profilo noto in tutto il mondo, ci accompagnerà lungo la Grande Balconata. Dall’alto dei suoi 4478 metri di altitudine ci accompagna quasi sempre lungo il percorso, a volte defilato e timido, altre volte in tutta la sua imponenza. A facilitare questa visione panoramica è la conformazione della Valtournenche che, a dispetto del nome, si presenta piuttosto lineare tanto che dal primo dei comuni che si incontrano risalendola, Antey-Saint-André, è possibile già ammirare la cima svettante di questa maestosa montagna che si erge alla sua testata.

Vero e proprio trekking estetico, la Grande Balconata del Cervino offre lungo il cammino numerosi e ottimi punti panoramici. Inoltre dà la possibilità di seguire lo svolgersi della valle cercando di individuare i luoghi dove si passerà nei giorni successivi o quelli toccati in precedenza, come in un gioco a rincorrersi.
Pur toccando il fondovalle solo un paio di volte, si passerà per i villaggi più caratteristici della Valtournenche come Antey-Saint-André, che conserva un campanile del XV secolo; Torgnon, dalle numerose borgate adagiate su ampi pascoli; Cervinia, dalle molteplici e contrastanti anime, placidamente stesa proprio ai piedi del Cervino; il panoramico villaggio di Cheneil, casa natale di molti alpinisti; Chamois, la “Perla delle Alpi”, del tutto priva di auto; e per ultima, solo in ordine geografico, La Magdeleine, con i suoi antichi mulini. Ciò permette di avere una scelta abbastanza ampia sul pernottamento, dal classico rifugio al B&B o all’hotel con tutti i comfort.

Info tecniche della Grande Balconata del Cervino

La Grande Balconata del Cervino non ha una segnaletica dedicata ma segue il sentiero intervallivo numero 107. Trattandosi di un trekking di media quota non presenta alcuna difficoltà tecnica. È sufficiente avere attitudine al cammino di montagna ed equipaggiamento adeguato tenendo conto che, in caso di necessità, vi sono numerose “vie di fuga” che permettono di tornare velocemente al fondovalle, servito oltretutto da un ottimo servizio bus.
È percorribile senza fretta in 5 tappe, anche se consigliamo di effettuare una ulteriore tappa che porta a respirare gli ambienti di alta quota dei laghi Goillet e Cime Bianche, dove il Cervino appare davvero come una grandiosa ed indimenticabile visione.

Scheda tecnica della Grande Balconata del Cervino

Dislivello 2960 m
Sviluppo 70,3 km
Periodo consigliato da giugno a settembre
Cartografia: Carta n. 7 Valtournenche, Monte Cervino, Val d’Ayas ovest, 1:25.000, L’Escursionista Editore.
Carta n. 108 Cervino-Matterhorn, Breul-Cervinia, Champoluc, 1:25.000, IGC

Le tappe della Grande Balconata del Cervino

  1.  Da Antey-Saint-André a Torgnon
  2. Da Torgnon al Rifugio Barmasse
  3. Dal Rifugio Barmasse a Cervinia
  4. Da Plan Maison ai laghi Goillet e di Cime Bianche (tappa facoltativa)
  5. Da Cervinia a Chamois
  6. Dalla “Perla Alpina” Chamois a Antey-Saint-André

La guida

Le 5 tappe della Grande Balconata del Cervino complete di mappe, foto e tracce GPX le trovi nella guida I TREKKING più belli della VALLE D’AOSTA di Annalisa Porporato e Franco Voglino

guida trekking valle d'aosta