Monte San Franco (2132 m) | Abruzzo a piedi

monte san franco

Una bella escursione autunnale con grandi panorami parte dal Ponte della Lama e conduce al Monte San Franco.  L’itinerario è descritto nella nuova guida Abruzzo a piedi di Giuseppe Albrizio.

Posto sul limite occidentale della lunga catena del Gran Sasso, il Monte San Franco è la prima elevazione del massiccio che superi i 2000 metri. Deve il nome a San Franco, un monaco del XII secolo che, dopo aver vissuto girovago per i monti dell’Appennino Centrale trascorse diversi anni in eremitaggio tra le montagne del Gran Sasso, nei pressi del paese di Assergi, di cui è il patrono; oltre al nostro monte portano il nome del santo una sorgente miracolosa e la grotta dove dimorò.

Questo giro ad anello tocca in salita la Fonte dell’Orso, il Rifugio Antonella Panepucci Alessandri, il Passo del Belvedere e la Cresta di Rotigliano; dalla vetta si scende per la cresta ovest, Pietra Liscia, la Cava di pietra, l’Acqua Fredda per finire al Ponte della Lama.

Grande il panorama che la gita offre sul Monte Terminillo, il Lago di Campotosto, i Monti della Laga, il Monte Corvo e la prossima Cresta delle Malecoste.

Scheda tecnica itinerario per Monte San Franco

Quote da 1290 a 2132 m
Dislivello 850 m
Sviluppo 16 km
Tempo3.15 ore in salita, 2 ore in discesa
Difficoltà E
Segnaletica un tratto su sterrata non segnata, bianco-rossa 112, 111
Periodo da maggio a novembre eccetto con neve o ghiaccio
CartografiaGran Sasso d’Italia, CAI L’Aquila, D.R.E.AM.
Con i bambini adatto ai ragazzi dagli 11 anni in su

La guida

L’itinerario completo di descrizione dettagliata, foto, mappa e traccia GPX la trovi nella guida Abruzzo a piedi di Giuseppe Albrizio.

guida escursioni in abruzzo