Il Rifugio Tuckett e Sella, nel cuore delle Dolomiti di Brenta

Rifugio Tuckett e Sella

Il Rifugio Tuckett e Sella, sorvegliato dalla Cima Brenta e dal Castelletto Inferiore, è tra i 100 rifugi più belli delle Dolomiti di Stefano Ardito.

Uno spettacolare paesaggio dolomitico, in cui spiccano la Cima Brenta e il Castelletto Inferiore, sorveglia il Rifugio Tuckett e Sella, due strutture gemelle e molto frequentate. Il primo ricorda Francis Fox Tuckett, grande alpinista britannico dell’Ottocento. Il secondo è dedicato a Quintino Sella, industriale biellese che fu Ministro delle Finanze e Primo Ministro del Regno d’Italia, e fondatore nel 1863 del CAI.

Oggi i due rifugi sono gestiti in maniera unitaria dalla SAT. La storia della loro nascita, invece, testimonia di un’epoca nella quale gli alpinisti di lingua italiana e tedesca avevano rapporti difficili. I primi erano organizzati nella Società degli Alpinisti Tridentini (SAT), di tendenze irredentiste, i secondi nel DÖAV, il Deutsches und Östeirreischisches Alpenverein, al quale aderivano austriaci, altoatesini e tedeschi. Il rifugio Sella è stato eretto dalla SAT nel 1904-05. Un anno dopo, nel 1906, la Sektion Berlin del DÖAV inaugurava il vicino rifugio dedicato a Tuckett. Oggi quelle polemiche sono un lontano ricordo. E il sentiero che raggiunge i due rifugi dal Grostè è una facile camminata in un magnifico ambiente roccioso. Offrono percorsi più impegnativi le ferrate (tra queste la Via delle Bocchette Alte) che qui si intersecano.

Info utili del Rifugio Tuckett e Sella

Quota 2272 metri
Posti letto 120
Locale invernale 8 posti
Proprietà SAT Trento
Gestore Alberto Angeli 0465.507287; 335.5253090
Apertura da metà giugno a fine settembre
Telefono 0465.441226
Mail rifugiotuckett@gmail.com
Web www.rifugio-tuckett.it

Itinerario dal Grostè ai rifugi Tuckett e Sella

Dislivello 200 metri
Tempo 2.30 ore a/r
Difficoltà E

Da Madonna di Campiglio e dal Passo di Campo Carlo Magno si sale in cabinovia al Passo del Grostè (2442 metri). Si imbocca il sentiero per i rifugi Tuckett e Sella (segnavia 316), che obliqua su un altopiano roccioso, passa sotto a una seggiovia e raggiunge l’orlo di una depressione ingombra di massi. Qui si incontra un tracciato (2410 metri, 0.15 ore) che proviene dal rifugio Graffer.
Si scende in un canalino e ci si tiene a destra a un secondo bivio. Si continua tra massi più grandi traversando un vallone dominato dalla Cima del Grostè, dalla Cima Falkner e dal Castello di Vallesinella.
Oltrepassato un vallone, si gira un crinale e si passa a valle del Torrione di Vallesinella. Una salita porta ai rifugi Tuckett e Sella (2272 metri, 1 ora), in vista della Bocca del Tuckett, della Cima Brenta e della Vedretta di Brenta Inferiore.
Il ritorno richiede lo stesso tempo.

La guida

Scopri gli altri rifugi pubblicati nella guida I 100 rifugi più belli delle Dolomiti 

guida rifugi delle dolomiti