Il mistero delle tre vette

Austriaci e tedeschi sul Gran Sasso dal 1875 al 1910

di: -

 9,00

ISBN 978-88-8177-188-2

Anno 2012

Pagine 96

ll Mistero delle Tre Vette racconta la riscoperta dell’impresa di due alpinisti tedeschi, Hans Riebeling e Hans Schmidt, che nel 1910 percorsero per la prima volta la cresta più alta del Gran Sasso, quella che culmina nelle vette del Corno Grande.

La prima traversata delle Tre Vette del Corno Grande è stata ricostruita grazie ad un paziente lavoro di ricerca nelle biblioteche specializzate italiane, austriache e tedesche, dove l’autrice Ilona Mesits ha cercato per anni racconti e relazioni. A ciò si è aggiunta la prova sul campo: Francesco Burattini, co-autore insieme alla Mesits, è tornato molte volte sul Gran Sasso per verificare ogni passo dell’itinerario tracciato dai due pionieri tedeschi all’inizio del Novecento.
Ilona Mesits e Francesco Burattini hanno dunque il merito di aver ristabilito la verità storica su un evento accaduto più di un secolo fa e di cui si era perso il racconto, i dettagli tecnici, la testimonianza.

La sezione dell’Aquila del Club Alpino Italiano ha sostenuto con convinzione questa pubblicazione sia perché rappresenta un importante contributo sulla storia dell’alpinismo del Gran Sasso, sia perché è un invito ai lettori a percorrere e conoscere i sentieri del più imponente massiccio dell’Italia peninsulare.

Completano il libro, oltre alla relazione di Schmidt e Riebeling, i racconti, in gran parte inediti in italiano, delle ascensioni al Gran Sasso compiute all’inizio del secolo scorso da altri alpinisti ed escursionisti austriaci e tedeschi, innamorati dell’Italia e dei monti dell’Appennino.

Recensioni


Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il mistero delle tre vette”